Google

 


In questo blog (www.maury.it/blog)

Nel mio sito (www.maury.it)

In tutto il web


lunedì 7 giugno 2010

Sintel. Il nuovo cortometraggio open-source della Blender Foundation

Ho nominato più volte qui nel mio blog Elephants Dream e Big Buck Bunny, i due cortometraggi in computergrafica realizzati interamente con software libero (in particolare Blender e Gimp) dalla Blender Foundation, con l'unico scopo di mostrare le potenzialità dei programmi free.

Big Buck Bunny in particolar modo, avendone anche acquistato il DVD ufficiale, lo presento spesso agli eventi di promozione del free-software; anche perché, oltre ad essere veramente di elevata qualità realizzativa, è un bel cartone che intrattiene e diverte tantissimo i bambini.


Ebbene, la Blender Fondation si è tutt'altro che fermata e sta producento (oltre al videogioco Yo, Frankie) un altro corto che sono convinto non sfigurerà minimante rispetto agli altri due, anzi...


Sintel.
Un ambientazione molto meno surreale rispetto ad Elephants Dream e molto meno infantile rispetto a Big Buck Bunny. Dalle poche scene che ho visionato, direi che siamo completamente nel fantasy. Draghi, draghetti ed una protagonista femminile che ricorda molto Lara Croft.

Insomma, la curiosità me la sta destando tutta...


Ecco qui il trailer attualmente presente nel sito ufficiale:





Ed ecco anche una piccola scena per presentare la qualità della realizzazione:





Insomma, l'attesa è in corso... e penso che la mia piccola collezione privata di DVD abbia già un altro posto assegnato. ;)


Per seguire gli sviluppi della realizzazione di Sintel, il sito ufficiale è:

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

3 Commenti:

Alle 07 giugno, 2010 21:56 , Anonymous Gwendalyne ha detto...

Ops, mi sa che Elephants Dream mi era sfuggito... ma lo sto già scaricando da YouTube (in formato MP4 sono "solo" 43,8 MB). E pure quest'altro cortometraggio promette veramente bene... :-)

 
Alle 08 giugno, 2010 01:45 , Blogger maury ha detto...

Beh, io, da amante del genere fantasy e da grande fan e promotore di free-software e dei suoi prodotti blenderiani in CGI, non vedo proprio l'ora di poterlo visionare. ;)

 
Alle 08 giugno, 2010 01:46 , Blogger maury ha detto...

Elephants Dreams non ha una vera e propria trama. Era solo il primo esperimento per valutare le potenzialità di Blender.

Se vuoi, ho il DVD con i sottotitoli in italiano...

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page