Google

 


In questo blog (www.maury.it/blog)

Nel mio sito (www.maury.it)

In tutto il web


lunedì 6 aprile 2009

Per il terremoto a L'Aquila



Per chi volesse IMPEGNARSI IN PRIMA PERSONA
, la cosa più immediata da fare è naturalmente prendere contatto con le associazioni ed i gruppi locali della vostra zona (Protezione Civile, Associazioni di Soccorso Sanitario, gruppi scout, parrocchie, ecc.). Servirà a muoversi in maniera più coordinata possibile.


Una delle cose più utili che si possa fare da tutta Italia è
ANDARE A DONARE SANGUE.
Nonostante lo stop dato dal presidente della regione Gianni Chiodi, potrà servire nei prossimi giorni. E comunque sul territorio nazionale serve sempre.
Chiedete informazioni presso gli ospedali più vicini a voi o all'AVIS nazionale al numero verde:
800 261 580
Una telefonata all'ospedale prima di uscire vi eviterà di trovare lunghe code.


Si cercano POSTI LETTO per l'accoglienza degli sfollati dell'aquilano. Chi ne avesse la possibilità e la volontà può contattare l'UDU al numero 06-43411763 o la protezione civile al numero verde 800860146.


CONTI CORRENTI E DONAZIONI

SMS al numero 48580
per donare 1 euro da cellulare o 2 euro telefonando da rete fissa.

Il quotidiano "il Centro" di concerto con il gruppo editoriale
Finegil-Repubblica-L'Espresso e con le Casse di risparmio dell'Aquila -
Carispaq, di Pescara - Caripe e di Teramo - Tercas
lancia una sottoscrizione popolare per aiutare le famiglie
aquilane sconvolte dal sisma.
Chiunque volesse contribuire con una somma in denaro può farlo utilizzando
i numeri di conto corrente sotto elencati:

Banca CARISPAQ SPA
"Vittime terremoto L'Aquila"
Codice Iban: IT 53 Z 06040 15400 000 000 155 762

Banca CARIPE SPA
"Raccolta fondi pro terremotati d'Abruzzo"
Codice Iban: IT 19 B 06245 15410 000 000 000 468
presso Banca Caripe Spa Sede Pescara
Corso Vittorio Emanuele 102/104 - Pescara.

Banca TERCAS SPA
"Raccolta fondi pro terremotati d'Abruzzo"
Codice Iban: IT 48 L 06060 15300 CC 090 005 35 65
presso Banca Tercas Spa Sede Teramo
corso San Giorgio 36 - Teramo.

La Caritas diocesana Italiana ha istituito un fondo di solidarietà promuovendo una colletta per aiutare la popolazione abruzzese.
Per sostenere gli interventi in corso (causale “TERREMOTO ABRUZZO”) si possono inviare offerte a Caritas Italiana tramite C/C POSTALE N. 347013 o tramite UNICREDIT BANCA DI ROMA S.P.A. IBAN IT38 K03002 05206 000401120727

Offerte sono possibili anche tramite altri canali:

Intesa Sanpaolo, via Aurelia 796, Roma - Iban: IT19 W030 6905 0921 0000 0000 012
Allianz Bank, via San Claudio 82, Roma - Iban: IT26 F035 8903 2003 0157 0306 097
Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma - Iban: IT29 U050 1803 2000 0000 0011 113
CartaSi e Diners telefonando a Caritas Italiana tel. 06 66177001 (orario d’ufficio)

C'è anche il fondo della Caritas diocesana di Roma. È possibile contribuire alla colletta di solidarietà con: Versamenti c/c postale - numero di conto corrente postale 82881004 (IBAN: IT77K0760103200000082881004) intestato a Caritas diocesana di Roma, specificando nella causale «Terremoto Abruzzo»; Bonifico bancario - IBAN: IT13R0306905032000009188568, specificando nella causale "Terremoto Abruzzo".

Anche la Caritas Ambrosiana, che fa capo alla Diocesi di Milano, ha avviato una raccolta fondi aprendo un conto corrente. E' possibile sin d'ora esprimere concreta solidarietà partecipando alla "raccolta fondi - causale Terremoto Abruzzo 2009 - donazione diretta presso l'Ufficio raccolta fondi di Caritas Ambrosiana, via San Bernardino 4, Milano (orari: dal lunedì al giovedì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30 e il venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30)- conto corrente postale n. 13576228 intestato a caritas ambrosiana onlus - conto corrente bancario n. 578 - cin p, abi 03512, cab 01602 presso l'agenzia 1 di milano del credito artigiano e intestato a caritas ambrosiana onlus iban: it16p0351201602000000000578. Oppure donazione telefonica tramite carte di credito chiamando il numero 02.76.037.324 in orari di ufficio.

La Croce Rossa Italiana ha lanciato un appello di emergenza a livello internazionale, chiedendo a tutta la popolazione di "partecipare ad un grande sforzo di solidarietà per alleviare la sofferenza di tutte le vittime del terremoto" . Per effettuare donazioni alla Croce Rossa Italiana si possono utilizzare: il Conto corrente bancario C/C n. 218020 presso Banca Nazionale del Lavoro-Filiale di Roma Bissolati - Tesoreria - via San Nicola da Tolentino 67 - Roma, intestato a Croce Rossa Italiana via Toscana 12 - 00187 Roma, codice Iban IT66 - C010 0503 3820 0000 0218020, causale pro terremoto Abruzzo; il Conto corrente postale n. 300004 intestato a Croce Rossa Italiana via Toscana 12 - 00187 Roma, codice Iban IT24 - X076 0103 2000 0000 0300 004, causale pro terremoto Abruzzo. E' anche possibile effettuare dei versamenti online, attraverso il sito web della Cri.

Una raccolta fondi è partita anche da parte del Club Alpino Italiano: Conto corrente n° 500X36
intestato "RACCOLTA FONDI IL CAI PER L'ABRUZZO"
Banca Popolare di Sondrio -- Agenzia Milano 21
IBAN IT42 F056 9601 6200 0000 0500 X36
I riferimenti del conto sono disponibili anche sul sito web del CAI:
www.cai.it


AIUTI E RACCOLTE

Si stanno organizzando raccolte di beni di prima necessità (alimenti, abiti da uomo, donna e bambino, scarpe, saponette, pannolini, spazzolini, tutto ciò che serve per l'igiene personale) in diversi comuni abruzzesi. Informarsi presso le associazioni di volontariato e/o presso le parrocchie per avere informazioni. Molte info in proposito si possono trovare anche sul web, cercandole con con un po' di pazienza.

La Croce Rossa ha aperto la sala operativa nazionale di Legnano e i Centri interventi d'emergenza (Cie) di Verona, Roma, Potenza e Palermo per la raccolta di generi di prima necessità (coperte, vestiti, pannolini, latte in polvere, casse d'acqua) da spedire nelle zone terremotate. La Cri ha annunciato di avere già inviato nelle zona del disastro 10 mila coperte per fare fronte alle primissime esigenze delle persone rimaste senza abitazione.
L'associazione ambientalista "Fare ambiente" sta coordinando la raccolta di materiali di prima necessità presso la propria sede di Roma, in Via Nazionale, 243, tel. 06 48029924.

Rifondazione Comunista sta organizzando iniziative di solidarietà con le popolazioni colpite dal terremoto.
La Federazione Prc di Pescara (via F. Tedesco, 8) funzionerà come centro di raccolta materiali e di accoglienza per gli evacuati. Singoli o strutture che abbiano la possibilità di accogliere gli sfollati possono chiamare il numero 085.66788.
Inoltre, chiunque volesse partecipare all'organizzazione dei soccorsi può chiamare: Federazione Prc Pescara: 085.66788 (accoglienza evacuati); Richi: 339.3255805 (generi di prima necessità come acqua, pasta, latte UHT, biscotti); Marco Fars: 334.6976120; Francesco Piobbichi: 334.6883166. Oppure si può spedire una mail al seguente indirizzo: piobbico@hotmail.com


IL DECALOGO DI SAVE THE CHILDREN PER IL SUPPORTO PSICOLOGICO AI BAMBINI CHE HANNO VISSUTO IL TERREMOTO

http://www.maury-blog.net/2009/04/il-decalogo-di-save-children-per-il.html


NUMERI UTILI

La Protezione civile Abruzzo ha messo a disposizione un numero verde attivo 24 ore su 24 per richiedere informazioni: 800860146. Resta attivo 24 ore su 24 anche il numero della Protezione civile Abruzzo: 80.35.55.


I CONSIGLI

Il Dipartimento della Protezione Civile raccomanda di:
- non mettersi in viaggio verso i luoghi colpiti dal terremoto;
- limitare al massimo l'uso del telefono, per agevolare tutte le operazioni di soccorso e lasciare libere le linee agli operatori, evitando sovraccarichi di rete.


ALTRE INFO

Etichette: , , , , ,

6 Commenti:

Alle 06 aprile, 2009 14:04 , Blogger Andrea Sacchini ha detto...

Ho sentito gli appelli alla radio e, sia io che mia moglie, ci siamo subito attivati per avere informazioni sulle modalità di raccolta.

 
Alle 06 aprile, 2009 20:38 , Blogger maury ha detto...

Grazie Andrea, siete sempre delle ottime persone.

Sembra che l'allarme sangue sia stato ritirato qui da noi. I centri trasfusionali sono stati intasati in mattinata.
Ma donare sangue è una cosa che serve sempre, se non in Abruzzo in qualche sala operatoria altrove in Italia.

Il sangue donato non è mai troppo, soprattutto in Italia, dove siamo costretti ad importarlo dalla Svizzera.

 
Alle 08 aprile, 2009 11:05 , Blogger frogsong ha detto...

Grazie maury, il tuo post è davvero completo di tutte le informazioni necessarie. Insostituibile.

 
Alle 08 aprile, 2009 11:53 , Blogger maury ha detto...

Grazie Dom.

Si cerca di rendersi utili, ognuno fa quel che può.

 
Alle 06 maggio, 2009 13:42 , Blogger Pakko ha detto...

"RISPEDIAMO RETE4 SUL SATELLITE E RICOSTRUIAMO I LUOGHI TERREMOTATI D'ABRUZZO!"

Stavo pensando a dove reperire i soldi per il terremoto. L'impressione è che il Governo li sia "raschiando" da tagli ad enti come Ricerca e Sanità (per citarne alcuni) che passeranno, come al solito, sotto agli occhi distratti e poco lungimiranti dell'opinione pubblica.

Invece mi sono ricordato di una cosa: paghiamo ancora 300.000€ al giorno per tenere RETE4?? Se fosse così i soldi ci sarebbero e non ci costerebbero niente. Inoltre faremmo rispettare una sentenza (una volta tanto)!

RISPEDIAMO RETE4 sul Satellite/Digitale terrestre! ed aiutiamo i terremotati dell'Abruzzo a riavere una casa!

 
Alle 06 maggio, 2009 14:21 , Blogger maury ha detto...

Mah, che io sappia la TV analogica dovrebbe sparire per legge nel giro di qualche anno, lasciando pieno campo libero al digitale terrestre.

Il discorso di Rete 4 è giustissimo ed andava fatto una ventina di anni fa. Ormai penso purtroppo che serva a poco niente...

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page