Google

 


In questo blog (www.maury.it/blog)

Nel mio sito (www.maury.it)

In tutto il web


martedì 14 aprile 2009

Tre cortometraggi notevoli

Sappiamo tutti l'enorme importanza che sta avendo sempre più la computer-grafica nelle produzioni cinematografiche.

I risultati strepitosi li abbiamo visti tutti con produzioni del calibro dei tre "Shrek", i due "L'era glaciale", "Wall-e", solo per citarne alcuni.


Quelli che vi propongo qui sono tre cortometraggi, di circa 10 minuti ognuno; i primi due realizzati più o meno a livello amatoriale, mentre il terzo è un vero e proprio mini-capolavoro a scopo pubblicitario della ditta produttrice.


Il primo, il meno esaltante, è "Elephants Dream". Realizzato con l'unico scopo di mostrare all'utenza le capacità e la potenza di Blender, il software open-source per la computer-grafica.
Il filmato non presenta una vera e propria trama, ma si concentra sulle animazioni e sui dettagli del movimento.





La stessa Blender Foundation, dato il buon risultato, decide subito dopo di realizzare un prodotto nettamente superiore e nel giro di qualche anno tira fuori "Big Buck Bunny".
Una trama molto meglio definita e un filmato senza dialoghi, ma basato tutto su una colonna sonora ed effetti audio che accompagnano l'ottima animazione delle espressioni.
Veramente simpatico e... notevole.




Infine vi voglio proporre la visione di questo piccolo capolavoro che porta la firma di Bruce Branit e della sua Branit VFX, la ditta che ha curato gli effetti grafici di produzioni del calibro di Star Trek, Lost, Pushing Daisies e del film King Kong di Peter Jackson: WORLD BUILDER.
Un cortometraggio la cui produzione è durata ben due anni. Due ottimi attori ed una scenografia completamente virtuale.
Non ha bisogno di ulteriori commenti, guardatelo e basta...



Etichette: , , , , , , , , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page