Google

 


In questo blog (www.maury.it/blog)

Nel mio sito (www.maury.it)

In tutto il web


lunedì 20 aprile 2009

Le (in)certezze di Giampaolo Giuliani

Una cosa di cui AL MOMENTO si può avere certezza è che "i terremoti non possono essere previsti".

Appena dopo la scossa delle 3.32 del 6 aprile scorso (5,8 della scala Richter), la maggiore avvenuta a L'Aquila, sono subito scattate le polemiche per non aver ascoltato le previsioni di Giampaolo Giuliani.
Giuliani aveva predetto una scossa di terremoto di grande intensità a Sulmona per il 29 marzo; scossa segnalata al sindaco di Sulmona tramite telefonata la mattina stessa (fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Terremoto_dell%27Aquila_del_2009#
Le_dichiarazioni_di_Giampaolo_Giuliani).

Il sisma a Sulmona non è avvenuto, ma è avvenuto a L'Aquila (circa 55 KM di distanza in linea d'aria) poco più di una settimana dopo.


Ora vorrei proporvi la lettura di un'intervista rilasciata dallo stesso Giampaolo Giuliani il 25 aprile al giornale on-line "il Capoluogo.it d'Abruzzo", una testata proprio di L'Aquila.


Di particolare interesse è la risposta al punto 4:

"... Quest’anno questo sciame sismico è stato più intenso e con delle scosse più forti, che sono state rilevate dalla popolazione. Lo sciame non è un fenomeno preparatorio ad un evento sismico più rilevante, né ha correlazione con grandi piogge o nevicate, come ho sentito dire da molti. E’ un fenomeno normale per una zona come quella di L’Aquila..."

... e ancora

"L’attrazione gravitazionale delle masse sulla Terra hanno intensificato l’effetto marea sul nostro pianeta, rendendo gli eventi sismici più rilevanti, rispetto agli altri sciami, cui siamo stati interessati negli anni precedenti. Mi sento di poter tranquillizzare i miei concittadini, in quanto lo sciame sismico andrà scemando con la fine di marzo."


Quindi Giampaolo Giuliani, tecnico (non laureato e non ricercatore) dell'INAF - Istituto Nazionale di AstroFisica, aveva previsto un evento mai avvenuto, una settimana prima e a più di 50 Km di distanza da L'Aquila, e nello stesso tempo aveva tranquillizzato gli aquilani per le numerose scosse che stavano colpendo L'Aquila da mesi.

Troppo comodo il discorso Io l'avevo detto e Bertolaso mi deve chiedere scusa.
Col senno di poi le certezze le abbiamo tutti.


Un grazie ad Emiliano per aver segnalato l'intervista su Facebook.

Alcune contestazioni, dal punto di vista scientifico, al metodo Giuliani per la misura del Radon:

Un riassunto di tutta la vicenda, con molte interessanti osservazioni, lo trovate qui:

Etichette: , , ,

1 Commenti:

Alle 04 gennaio, 2010 16:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

per riassumere le (in)certezze ...
http://www.myebook.com/index.php?option=ebook&id=24075
cristina

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page