Google

 


In questo blog (www.maury.it/blog)

Nel mio sito (www.maury.it)

In tutto il web


lunedì 11 dicembre 2006

I miei antispam

Prendo spunto dall'ultimo post sul blog del mio amico Andrea "Come ve lo devo dire che non mi serve?" per illustrarvi cosa utilizzo io per filtrare lo spam.

Andrea ha, infatti, ricevuto alcune e-mail con proposte commerciali, nonostante non abbia mai autorizzato nessuno a inviargliele.
Questo fenomeno è chiamato "spam" per via di quello che "combinarono" qualche anno fa i produttori dell'alimento in scatola che vedete nell'immagine: essi, per pubblicizzare il loro prodotto, inviarono qualche milione di e-mail pubblicitarie ad indirizzi che erano riusciti a trovare in rete. Al tempo questa pratica non era ancora illegale. Gran parte dei riceventi l'e-mail risposero protestando per il messaggio ricevuto non autorizzato facendo andare in tilt completamente il servizio di posta elettronica dei produttori.
Come vedete, cercando di fare una furbata hanno fatto la figura degli zimbelli. Pensate ora che pubblicità può avere il prodotto, dato che il suo nome viene utilizzato per riferirsi ad una delle piaghe più diffuse in internet...

Purtroppo a livello mondiale lo spam non può essere controllato legalmente. Nonostante in Italia o in America sia reato, questo non ci protegge da e-mail provenienti da altri paesi dove non esistono norme legali o dove i controlli sono più leggeri.

Comunque per proteggersi ci sono dei programmini che fanno da filtri: i famosi filtri anti-spam. Essi, basandosi su algoritmi di vario tipo, cercano di riconoscere automaticamente la natura del messaggio di posta in arrivo e se lo valutano come "spam" lo filtrano mettendolo in una cartella appropriata. Nella mia cartella "Posta in arrivo" io, quindi, non mi trovo più questi messaggi fastidiosi.


Come ho scritto nel commento al post di Andrea, io utilizzo come primo filtro quello in dotazione con il mio account Gmail. Gmail è un servizio di posta offerto da Google ed ancora in versione beta. È molto innovativo e rivoluzionario ed al momento viene dato solo ad invito (io ne ho diversi; se ne volete uno scrivetemi). Il filtro anti-spam è attivato di default e tutte le e-mail spazzatura vengono messe nella cartella "Posta indesiderata".

Poi ho attivato il filtro di Mozilla Thunderbird, il client di posta che utilizzo. Anche esso è molto efficiente. Va attivato manualmente dalle opzioni del programma. Le poche e-mail indesiderate che passano il filtro di Gmail vengono filtrate da Thunderbird e quindi mi ritrovo la casella "quasi" ripulita al 100%.


I filtri anti-spam non sono precisissimi al 100%. Una volta alla settimana circa io effettuo, quindi, un controllo sulle cartelle di posta ed ho la possibilità di selezionare come spam alcune e-mail che i filtri non mi hanno riconosciuto o segnare come "non spam" quelle che sono state identificate erroneamente come spam. Questa non è semplicemente un'operazione fine a se stessa, ma "educa" il programma a non commettere più l'errore; infatti, i filtri anti-spam ricordano questa classificazione manuale e con un po' di tempo si riesce a raffinare il riconoscimento fino a renderlo efficientissimo.


Ho illustrato semplicemente i due filtri utilizzati da me. Naturalmente ne esistono molti altri. Molti provider mettono a disposizione il servizio a monte, come il caso di Gmail, Hotmail o Poste.it. Poi esistono diversi programmini, come Spam-assassin o quello integrato in Thunderbird. Tutti questi possono tranquillamente lavorare in serie, rendendo il filtro molto più efficiente; io ne utilizzo due, ma nessuno vieta di attivarne ad esempio cinque. La scelta sta a voi.

Purtroppo, nonostante le norme legali si stanno severizzando sempre di più in gran parte del mondo, lo spam continua ad essere diffuso e tutti gli utenti, chi in un caso chi in un altro, ne sono vittima. Non resta che cercare di proteggerci da noi.

Nel caso riceverete dello spam da italiani, vi segnalo infine questa diffida da poter inviare, scritta da Paolo Attivissimo. La trovate qui: http://www.attivissimo.net/antispam/diffida_antispam.htm.

Etichette: , , , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page