Google

 


In questo blog (www.maury.it/blog)

Nel mio sito (www.maury.it)

In tutto il web


giovedì 23 novembre 2006

Guardare gli animali con un altro occhio

È da qualche giorno che in vari blog che seguo o nei telegiornali si parla di animali. Molte volte vedo notizie tristi, di piccole creature torturate senza alcun rispetto (non ho nemmeno voglia di citarle, ma alcune sono veramente gravi), altre volte, come nel caso del TG di oggi, si parla, invece, dell'amicizia nata da un ex cacciatore ed un cervo o dell'impegno dimostrato da dei pompieri giapponesi per salvare una cagnolina randagia precipitata in un burrone.

Vorrei ora ricordare in questo post solo alcune citazioni importanti di alcuni personaggi che molti di noi prendono come riferimento, sperando che possa servire un po' a sensibilizzare al fatto che gli animali non sono semplici oggetti da compagnia o ancor peggio ornamentali, ma delle vere e proprie creature senzienti, capaci anche loro di provare e dimostrare dei sentimenti. Potete vedere che anche la chiesa cattolica si sta ricredendo sulla sua concezione tradizionale degli animali.

Tanto per cominciare, ogni volta che si parla di animali mi viene in mente San Francesco d'Assisi che come ben saprete considerava questi esseri creature di Dio e quindi fratelli e sorelle dell'uomo.

Poi dall'URL http://www.amicianimali.it/paradiso vorrei prendere la frase pronunciata da papa Giovanni Paolo II nel 2000: "La Genesi ci mostra Dio che soffia sull'uomo il suo alito di vita. C'è dunque un soffio, uno spirito che assomiglia al soffio e allo spirito di Dio. Gli animali non ne sono privi."
Nella stessa pagina si possono trovare anche come varie religioni considerano gli animali.

Infine mi piacerebbe anche citare una frase di Alessio, detta in Osservatorio durante una lezione tenuta a dei bambini di una classe in visita, in cui diceva che non esistono animali assassini. Lo squalo non è assassino, così come non è assassina la tigre. Gli animali, se uccidono, lo fanno solo per mangiare o per difesa. L'assassino è qualcuno che uccide per piacere o a pagamento e per fortuna di questi esseri ce n'è un tipo solo. Abbiamo capito di chi stiamo parlando, vero?


Beh, spero che in futuro l'uomo impari a rispettare sempre di più le creature che popolano il nostro bel pianeta.
Ogni volta che ci troviamo di fronte ad un animale, cerchiamo di pensare a tutte le belle storie che passano nell'informazione quotidiana su amicizie serie e su bei racconti che vengono narrati nei TG ad esempio su di un bambino ed il suo amico animale. Cerchiamo di pensare che ci troviamo davanti ad un essere che non può parlare, ma che è in grado benissimo di dimostrare dei sentimenti sinceri. A volte più sinceri dei sentimenti a cui siamo abituati nella società di oggi.


Fonte dell'immagine: fotogramma del film "I due fratelli" preso da http://www.wwf.it/ambiente/animaliminacciati/tigre/duefratelli/home.asp

Etichette: , , ,

0 Commenti:

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page