Google

 


In questo blog (www.maury.it/blog)

Nel mio sito (www.maury.it)

In tutto il web


mercoledì 8 novembre 2006

Esami per il 3° dan

Il pomeriggio del 3 dicembre, alle 15.30, avrò gli esami federali per diventare cintura nera 3° dan.

Sembra che questo 2006 si concluderà all'insegna del karate, lo sport che pratico da quando avevo 10 anni. Ho iniziato in questi mesi ad insegnarlo a Notaresco, un paesino vicino al mio, a già una quarantina di bambini. Infatti, da gennaio sono insegnante tecnico a tutti gli effetti. E speriamo che ora, prima della fine dell'anno, arrivi anche il passaggio di dan.


Gli esami si terranno al Palazzetto dello Sport di Mosciano Sant'Angelo (TE). Naturalmente la struttura sarà aperta al pubblico con ingresso gratuito, quindi se volete venire a vedervi un po' di karate e magari anche a fare un po' di tifo per me... beh, a me non può che far piacere .


Aggiornamento del 19-12-2006: Inserite alcune nuove foto di gruppo del karate tra cui una appena dopo gli esami.

3 Commenti:

Alle 09 novembre, 2006 19:33 , Blogger Andrea Sacchini ha detto...

Congratualzioni maury. Una curiosità: cosa significa 3° dan e, in generale, quanto ti manca, e cosa, per finire il percorso?

Scusa, ma non sono pratico di karate.

 
Alle 09 novembre, 2006 21:29 , Blogger maury ha detto...

Grazie Andrea :).

Il cammino di un allievo di karate, come in molti sport derivanti dalle arti marziali orientali, è suddiviso in graduazioni. Ogni graduazione si raggiunge sostenendo un esame pratico (in alcuni casi anche teorico).

Cintura bianca - 6° kyu
Cintura gialla - 5° kyu
Cintura arancione - 4° kyu
Cintura verde - 3° kyu
Cintura blu - 2° kyu
Cintura marrone - 1 kyu

Il passo successivo è l'esame per cintura nera 1° dan. Può sembrare un punto di arrivo, ma chi pratica il karate sa benissimo che è molto più un punto di partenza. Infatti a questo punto si pratica da circa 3 o 4 anni e si ha avuto giusto l'infarinatura. Il perfezionamento tecnico vero e proprio lo si inizia da questo momento.

I passi successivi sono:

2° dan dopo 3 anni dal 1°
3° dan dopo 4 anni dal 2°
4° dan dopo 5 anni dal 3°
e così via...

La federazione italiana rilascia fino al 6° dan per esame. I successivi per quel che ne so io vengono rilasciati per meriti sportivi o istituzionali.


Prima ho utilizzato la perifrasi "come in molti sport derivanti dalle arti marziali orientali". Questo per sottolineare che il karate proposto da noi è prima di tutto un gioco per gli allievi più piccoli ed una disciplina sportiva (con qualcosina di più) dal punto di vista degli allievi più grandicelli. Se entrerai in una palestra dove insegna un insegnante tecnico della FIJLKAM vedrai subito che quel che viene proposto ai bambini sono soprattutto giochi e divertimento con molta attività fisica, mentre agli adulti viene proposta una disciplina basata sul rispetto reciproco e sulla padronanza di se stessi.
Anche nelle gare agonistiche di kumite (il combattimento) vedrai che si basa tutto sul rispetto verso l'avversario. Non ci saranno colpi che arriveranno al bersaglio, ma saranno tutti controllati senza affondare. È quello che impone il regolamento. L'arbitro penserà poi ad assegnare i dovuti punteggi. Questo è uno degli sport dove avvengono meno infortuni in assoluto; molti meno che in altri sport tipo il calcio...


Spero di averti dato una buona idea dello sport che pratico da quando ero bambino ;).

 
Alle 11 novembre, 2006 22:20 , Blogger Andrea Sacchini ha detto...

Chiaro ed esauriente. Grazie! ;-)

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page